Sangue di mezz’inverno (Italia)


Un giorno di uno dei più freddi inverni che la cittadina svedese di Linköping possa ricordare, viene fatto un macabro ritrovamento: impiccato ad un albero nella pianura che attornia la città, il cadavere di un uomo nudo e obeso presenta evidenti segni di percosse ed ustioni. Analizzando i dintorni, la giovane ed ambiziosa detective Malin Fors non può fare altro che constatare come la neve abbia ricoperto e cancellato per sempre gli eventuali segni lasciati dall’assassino, ma le è da subito evidente che quell’avvenimento è destinato a sconvolgere la tranquilla vita della piccola comunità di provincia.

Attraverso uno stile che riesce ad essere contemporaneamente asciutto e lirico come diretto e riflessivo, Kallentoft è riuscito a delineare il profilo di un eccezionale personaggio femminile: una donna irrequieta ed insoddisfatta che come detective è sempre la migliore, che prende ogni caso d’indagine come una questione personale da affrontare con coraggio e umanità e che non si vergogna di provare compassione, per le vittime ma anche per i colpevoli.

Dopo aver venduto più di 300.000 copie in Svezia, sbarca in Italia il romanzo d’esordio di quello che promette di diventare il nuovo maestro del noir scandinavo, Mons Kallentoft.


Il libri

  • Titolo: Sangue di mezz'inverno
  • Reparto: Narrativa straniera
  • Autore: Mons Kallentoft
  • Editore: Nord
  • Collana: Narrativa Nord
  • Data di Pubblicazione: 2010 giugno